LA BUFALA DEI TERREMOTI PREVISTI DA STEFANO CALANDRA

dott-stefano-calandra-presidente-2006-875×675

Con l’avvento dei social network, utilissimi per la corretta informazione ma letali per la disinformazione, ci si imbatte sovente nei teoremi più bizzarri, l’antiscientifico impera laddove c’è scarsa informazione o scarsa cultura scientifica

marco dimitri

Da ieri sono sommerso di messaggi, persone impaurite dalle nuove dichiarazioni antiscientifiche di Stefano Calandra. Stavolta ha ipotizzato un forte terremoto nientemeno che in tutta Italia e, mi chiedo, perchè non in tutto il mondo, visto che i terremoti ci sono tutti i giorni… Avrebbe più facilità di centrare la sua “previsione”.

I terremoti, oggi, non sono prevedibili, non ci riescono gli scienziati italiani, non ci riescono gli scienziati americani, non ci riescono nemmeno gli scienziati giapponesi. In Giappone, nel 2011, una violentissima scossa di terremoto di magnitudo 9.0 ha provocato uno tsunami  con onde oltre i 40 metri,  i danni sono impressionanti, 13.000 morti e 13.000 dispersi. La magnitudo così alta da generare ancora oggi repliche  di assestamento che superano il sesto grado della scala Richter.

 

 

 

Vi pare che, se vi fosse un sistema per prevedere i terremoti, gli scienziati giapponesi non lo saprebbero?

Quindi Stefano Calandra come potrebbe solo ipotizzare un teorema, oltretutto antiscientifico, senza esporsi al ridicolo? Il suo teorema si basa sulla posizione dei pianeti, tuttavia i pianeti non hanno alcuna attrazione gravitazionale sulla crosta terrestre, nemmeno se sono allineati. L’attrazione gravitazionale è quindi talmente minuta da non avere alcun effetto.

Solo la Luna ed il Sole possono avere interferenze su alcuni terremoti. Leggete questo articolo dell’ USGS per saperne di più.

Questo rende impossibile a chiunque di prevedere i terremoti basandosi sulla posizione dei pianeti. Ne consegue che Stefano Calandra scriva delle bufale, oltre al fatto che di geofisica ed astrofisica pare proprio non saperne nulla.

Il panico quindi è ingiustificato ma è anche vero che, le persone meno informate e più sensibili possono subire dei traumi nel leggere un comunicato in cui viene dichiarato il possibile arrivo di un terremoto, con tanto di orari e date.

Anche se i comunicati di Stefano Calandra  mettono in rilievo che “Queste previsioni costituiscono solo delle ipotesi pseudo-scientifiche” e quindi sono opere di fantasia senza alcun riscontro reale, la gente va ugualmente nel panico anche perchè Stefano Calandra millanta il 70% di successi. “Successi” che, in realtà possiamo avere tutti ipotizzando un terremoto in tutta Italia, in tutta la Grecia o in zone immense e non circoscritte. I terremoti ci sono ogni giorno! Anzi, il 100% dei successi dovrebbe avere, invece, nonostante la facilità estrema di millantare una previsione, fatica anche ad arrivare al 70% . Quindi pure sbugiardato dalle sole coincidenze.

Attenzione però: affermare di fare previsioni che non adempiono a nessuna logica scientifica e, nel contempo, affermare di avere il 70% di successi nelle previsioni equivale a spargere il panico ed a procurare allarme.

Per quanto riguarda il terremoto  avvenuto nel centro Italia e che Stefano Calandra attribuisce come da lui previsto, si tratta dell’ennesima bufala, vediamo perchè:

 

Testo della “previsione” rilasciata da Stefano Calandra

BOLLETTINO 26/10/2016.
ORARI DI PROBABILI PICCHI SISMICI IN ITALIA ED AREA MEDITERRANEA 26-28/10/2016 – AGGIORNAMENTO:

INCREMENTO RISCHIO SISMICO PER SERA-NOTTE DEL 26/10!😓

Avvertenza
“Queste previsioni costituiscono solo delle ipotesi pseudo-scientifiche, derivanti da un modello teorico troppo giovane per essere comprovato al 100%. Sebbene, finora, da quando è stato utilizzato (28 agosto 2016) le previsioni del modello teorico si siano verificate per oltre il 70% delle previsioni.

L’intento di questo nostro lavoro è di rendere le persone capaci di fare queste previsioni anche da sé, per l’incolumità personale, imparando ad utilizzare il modello esattamente come stiamo facendo noi….

Gli allineamenti planetari quando si realizzano interessano zone della Terra che vanno dalla Spagna alla Russia, per dire, magari a determinate latitudini ma por sempre in longitudine in un’area vasta così…

Quindi è impossibile dare una previsione anche a solo 100 chilometri di raggio… Per farlo ci vogliono i rivelatori Radon di Giuliani o la mappa delle previsioni del rischio sismico, che trovate a questo link:
http://www.6aprile.it/conoscere-i-te…i-10-anni.html

Inoltre, per capire se da noi in Italia potrà succedere un sisma nelle prossime ore, guardate questo link: http://m.emsc.eu/earthquake/map_latest.php

Se nelle 3-24 ore ore precedenti ci sono stati sismi rilevanti in Grecia o Turchia,
a mio modesto avviso allora potrebbe essere a rischio alla stessa latitudine di quel sisma anche l’Italia, con circa 1° Richter in meno di picco sismico.

Cercate di capire che non sono un cartomante, un mago o un imbonitore… Qui si sta cercando di fare Ricerca in maniera seria, pur senza gli strumenti scientifici classici, ma proprio per questo stiamo pubblicando i risultati in un GRUPPO DI STUDIO, NON È UN MEDIA.

Lo dico per evitare fraintendimenti, false aspettative e strumentalizzazioni!

C’è un allineamento planetario con influenze gravitazionali non su uno spazio ristretto, ma in un’area geografica intera, dicevo.

Non è detto quindi che l’Italia venga colpita: magari viene colpita la Grecia… Ma le date sono quelle… in quelle date capiterà qualcosa di importante in Mediterraneo…

Preciso infine, che dedico quanto del mio tempo posso ogni giorno a questa attività di previsione, ma tenete conto che la mia vita lavorativa è tutta in un altro settore e fintanto che avrò pochi mezzi e le istituzioni non ci ascoltano, con il poco tempo a disposizione, le mie previsioni purtroppo non potranno essere frequenti negli aggiornamenti e non potranno fornire GARANZIA di essere affidabili. Anche solo per la mia mancanza di tempo o imperizia di interpretare correttamente il modello teorico. Lo dico per onestà intellettuale ed a scanso di equivoci.”

——————————————
AGGIORNAMENTO – INCREMENTO RISCHIO SISMICO

In base al modello teorico per la serata e nottata del 26/10, A partire dalle ore 17:30, si raccomanda un’attenzione particolare perché alcuni parametri fanno pensare a un possibile evento sismico di un certo rilievo in AREA MEDITERRANEA.

PREVISIONE
26/10 sera-notte
Infatti l’affollamento di coincidenze di pianeti in linea a 0° di scarto, BEN 10 come numero di eventi, sia in altitudine che in azimut, risultante dalla sequenza già pubblicata nel precedente bollettino (e che evidenziamo di nuovo qui in allegato con CIRCOLETTO ROSSO), essendo una situazione mai vista prima da tutti i nostri rilevamenti, fa pensare ad un potenziale rischio sismico molto alto, quasi massimo, da quel 24/08 del terremoto di Amatrice in poi.

27/10 sera-notte, 28/10 mattina.
SI INCREMENTA RAGGIUNGENDO IL NUMERO MASSIMO, l’affollamento di coincidenze di pianeti in linea a 0° di scarto, BEN 13 come numero di eventi, sia in altitudine che in azimut, risultante dalla sequenza già pubblicata nel precedente bollettino (e che evidenziamo di nuovo qui in allegato con CIRCOLETTO AZZURRO), essendo una situazione mai vista prima da tutti i nostri rilevamenti, fa pensare ad un POTENZIALE RISCHIO SISMICO MASSIMO da Amatrice in poi.

EVIDENZE TRASCORSE
25/10 FIRENZE
Evidenziamo anche con un CIRCOLETTO GIALLO la situazione di scarto azimutale e di altitudine in corrispondenza del picco sismico di 3.9 che si è manifestato vicino a FIRENZE ieri sera: in una fascia oraria simile gli scarti a zero erano solo 4!

24/08 AMATRICE
Evidenziamo anche con un CIRCOLETTO ROSSO la situazione di scarto azimutale e di altitudine in corrispondenza del picco sismico di 6.0 che si è manifestato AD AMATRICE il 24/08/2016 intorno all’orario in cui avvenne (h. 3:36): gli scarti a zero erano solo 5!
E prima e dopo quell’ora ad Amatrice non avvenne PIÙ una serie così numerosa di zeri.

Vi garantisco che non posso dire pubblicamente di più sulla portata di queste affermazioni, lascio a voi tutti giudicare ciascuno secondo la propria sensibilità, mancando dati storici deterministici di riferimento sufficienti a dare pubblicamente certezza all’evento.

La mia personale impressione è che siamo di fronte ad un evento eccezionale dal punto di vista dell’esattezza e perfezione degli allineamenti planetari: su una scala così vasta come il sistema solare, vedere allineamenti a zero doppi è come tirare una linea retta fra questi pianeti e la Terra…..

Molto di voi sono in grado ora di calcolare autonomamente sulla propria posizione di longitudine e latitudine il rischio sismico derivante da queste affermazioni, a seguito degli insegnamenti da noi ricevuti negli ultimi giorni…

Per quanto riguarda il rischio sismico per località vi allego ulteriormente le piantine dei sismi avvenuti in tutta Italia negli ultimi 20 giorni, con la leggenda dei simboli perché ognuno possa farsi un’idea personale. La fonte è quella ufficiale dell’INGV.

Oppure consultate la mappa del rischio sismico: http://www.6aprile.it/conoscere-i-te…i-10-anni.html.

PREVISIONE PER AREA MEDITERRANEA E ITALIA
Non riusciamo a determinare i gradi Richter dei picchi sismici che dovrebbero verificarsi in corrispondenza degli orari sotto descritti, per mancanza di una strumentazione adeguata.

Ad ogni orario indicato sotto potrebbe essere associato un picco sismico in AREA MEDITERRANEA. Indico orario e causa.

Allineamenti:
Giove Luna Terra
Saturno Venere Terra
Mercurio sole Terra

Effetti fino a fine mese almeno. Ma sto studiando le sequenze… In un prossimo bollettino potrò dire cosa succederà nei giorni successivi al 28/10.

ALLEGATO: LA SEQUENZA DEL RISCHIO SISMICO, CON GLI SCARTI AZIMUTALI E DI ALTITUDINE OGNI 6 ORE DEI PIANETI IN ALLINEAMENTO.
Sull’asse delle ordinate trovate lo scarto azimutale e di altitudine dei pianeti, in ascissa le ore ed i giorni di riferimento.
Nelle caselline Excel trovate gli scarti espressi in numeri riferiti, per ogni riga, ad uno specifico allineamento.

NB. PERUGIA È SOLO UN ESEMPIO, LE LOCALITÀ INTERESSATE SONO TUTTE QUELLE A RISCHIO IN AREA MEDITERRANEA!

————–

ORARI DI MAGGIORE RISCHIO SISMICO:

26-27/10
QUASI MASSIMO RISCHIO SISMICO
a causa di 10 sequenze successive di scarto azimutali e di altitudine a zero tra:
h. 17:30-23:59 del 26/10, con luna in AQ2.
h. 00:00-10:30 del 27/10, con luna in AQ1.

27/10
MASSIMO RISCHIO SISMICO
Incremento ulteriore del rischio sismico per allineamento dei pianeti descritto oramai perfetto.
Massimo rischio del periodo di ottobre a causa di Luna in AQ2 a partire dalle ore 22:00.
h. 00:00-10:30 con luna in AQ1
h. 17:30-23:59, con luna in AQ2 massimo rischio del periodo di ottobre.

28/10
MASSIMO RISCHIO SISMICO
Ultimo incremento del rischio sismico per allineamento dei pianeti descritto oramai perfetto. Massimo rischio del periodo di ottobre a causa di Luna in AQ2 a partire dalle ore 22:00.
h. 00:00-17:30 con luna in AQ1 alle h. 11:30, massimo rischio del periodo di ottobre.
h. 17:30-5:30 del 29/10, con luna in AQ2 alle h. 23:30. Rischio alto, in decremento.

FINE COMUNICATO.

Nota:
Vi preghiamo di non scriverci in privato se non per domande veramente importanti. Non abbiamo nessun tipo di informazioni più precise di questa al momento! Se ne avremo le pubblicheremo, grazie!

Salute a tutti.

S. CALANDRA
S. GAGLIARDI

 

Da una lettura della “profezia” di Stefano Calandra, anche avendo pochissima esperienza o conoscenza scientifica, chiunque può riscontrare che questi non conosca nemmeno la differenza tra pericolo sismico e rischio sismico.  Inoltre emerge questa frase:

“Gli allineamenti planetari quando si realizzano interessano zone della Terra che vanno dalla Spagna alla Russia, per dire, magari a determinate latitudini ma por sempre in longitudine in un’area vasta così…

Quindi è impossibile dare una previsione anche a solo 100 chilometri di raggio… Per farlo ci vogliono i rivelatori Radon di Giuliani o la mappa delle previsioni del rischio sismico, che trovate a questo link:
http://www.6aprile.it/conoscere-i-te…i-10-anni.html

Inoltre, per capire se da noi in Italia potrà succedere un sisma nelle prossime ore, guardate questo link: http://m.emsc.eu/earthquake/map_latest.php

I caratteri in neretto sono stati evidenziati da me, questo per fare comprendere al lettore che proprio di previsioni Calandra non ne ha fatte, anzi parla di tutto il mondo! Menziona il centro Italia perchè c’è in atto una sequenza sismica importante, altrimenti nemmeno l’avrebbe menzionato.  In realtà emerge il tentativo di promuovere l’antiscientifica quanto non funzionante macchina di Giampaolo Giuliani, oltre a questo emerge anche  la sua ignoranza in merito alle mappe di pericolosità sismica, menziona il sito dell’EMSC credendo che le mappe di pericolosità sismica siano una previsione di quando un terremoto  avverrà.

Inutile dire che Stefano Calandra proprio non capisca nulla che sia nulla di terremoti,  infatti interpreta i dati scientifici in modo del tutto personale e grossolano, cadendo in plateali errori.

Inutile anche dire che il sisma nel centro Italia, mai previsto dalle “meravigliose” ed inutili macchine di Giuliani, si è verificano in un giorno non menzionato  dalla profezia di Calandra.

 

Torniamo ora alla previsione che sta gettando gli italiani nel panico. Eccone un sunto e Stefano Calandra pare litigare con se stesso, il 19 ottobre spara l’ennesima c… omunicazione affermando che è l’ultima fase sismica rilevante in Italia per il 2016 … Poi cambia idea ed esce con  nuove “profezie”:

stefano calandracosì come spesso accade a chi inventa previsioni, i territori abbracciati e l’arco temporale sono davvero enormi. Vista la sismicità italiana è facile che in alcuni giorni un terremoto, magari superiore a magnitudo 3 si possa verificare. In questo caso il “profeta” ne prenderebbe onori ed oneri. Allo stesso modo, il bollettino che il Calandra stesso sbandiera come profetico del terremoto accaduto nelle Marche, in realtà abbracciava zone più ampie, parlava della Grecia e di altre parti del mondo. Il centro Italia l’aveva menzionato perchè era già in atto una sequenza sismica importante. Ovvio era possibilissimo un sisma proprio in quelle zone. Niente di profetico, solo un giocare con le probabilità. Un meccanismo comune a tanti sedicenti esperti di previsioni sismiche, come ad esempio Giampaolo Giuliani che ipotizza terremoti in realtà assestamenti di un terremoto già in atto e, nonostante la facilità di supporre una scossa di assestamento, fallisce ripetutamente.

I terremoti sono una cosa seria, muore la gente e, farci evangelizzazione e pubblicità sopra è davvero un’opera che giudico disgustosa.

Una certa negligenza l’ha chi continua a seguire queste persone, comprendo la paura, comprendo che vi siano responsabilità come la tutela della propria famiglia, comprendo il panico che può avere una persona che ha già vissuto il dramma di un sisma ma, davvero, non cadete nelle spire di questi personaggi perchè quello che loro vogliono non è quello che volete voi.

Leave your comment